Frida Kahlo – la donna esistenziale nel surrealismo delle sue opere

Frida Kahlo, pittrice messicana, è stata una tra le più importanti artiste del XX secolo. All’età di 18 anni subì un grave incidente automobilistico che la costrinse a passare la vita distesa su un letto. Questo evento sconvolse la sua vita con forti impatti sul piano sia fisico che psicologico. Rinchiusa nella “prigione” del suo letto, Frida cominciò a dipingere, riportando in molti dei suoi dipinti molti elementi della sua tragica condizione.

Frida Kahlo - Radici (1943)
Frida Kahlo – Radici (1943)

Le influenze artistiche di Frida

Frida fu fortemente influenzata dall’arte popolare messicana, ma anche dalle opere realistiche di suo marito Diego Rivera, anch’egli pittore, che riportò nelle tecniche di pittura e nei soggetti delle sue opere. Molte di queste opere rappresentano autoritratti della pittrice con diversi elementi pittorici che comunicano lo stato di sofferenza dell’autrice.

Frida Kahlo - La colonna spezzata 1944
Frida Kahlo – La colonna spezzata 1944

Ma Frida realizzò anche molte opere in cui erano rappresentate nature morte e scene di vita quotidiana che descrivono in maniera eccellente il costume e la mentalità della società messicana dell’epoca.

Frida Kahlo - Bambina con maschera della morte (1938)
Frida Kahlo – Bambina con maschera della morte (1938)

Tutte le opere di Frida Kahlo, indipendentemente dal soggetto rappresentato, hanno forti tendenze al Surrealismo, altra grande corrente dell’epoca che influenzo la pittrice nelle sue opere. Comunque famosa la frase che la pittrice disse riguardo la correlazione tra le sue opere ed il Surrealismo:

“Non ho mai dipinto sogni. Dipingo la mia realtà”

Frida Kahlo
Frida Kahlo nel 1926

La vita di Frida Kahlo

Frida Kahlo nasce a Coyoacán, uno dei distretti di Città del Messico, nel 1907. Possiamo dire purtroppo che la sua vita di artista comincia con l’incidente d’auto nel 1925 che la vede giovanissima, bloccata su di un letto. Comunque il forte carattere di Frida aiutò l’autrice a trasformarsi, a convertire quelle continue sofferenze, in espressioni artistiche, conoscendo di fatti la pittura, grazie al matrimonio con il pittore Diego Rivera nel 1927.

Frida Kahlo e Diego Rivera
Frida Kahlo e Diego Rivera

Il successo di Frida comunque cominciò solo dopo il suo trasferimento negli Stati Uniti nel 1932, dove pochi anni dopo espose le sue opere a New York nel 1938. Sempre nello stesso anno le sue opere furono esposte anche in Europa, e soprattutto a Parigi. La vita travagliata di Frida la porta a divorziare dal marito nel 1939, che ridivenne suo marito l’anno successivo nel 1940.

Frida Kahlo - Io e i miei pappagalli (1941)
Frida Kahlo – Io e i miei pappagalli (1941)

Comunque la sua anima messicana rimase per tutti questi anni forte nella sua personalità e nelle sue opere e nel 1942 partecipò al Seminario de Cultura Mexicano, in cui si unì alla corrente dei Los Fridos. E sempre in Messico ricette nel 1946 il premio nazionale per la pittura.

Frida Kahlo - Le due Frida (1939)
Frida Kahlo – Le due Frida (1939)

Nel 1954, a soli 47 anni, Frida Kahlo morì improvvisamente a Città del Messico, nella patria che gli aveva dato e tolto tanto, il Messico. Frida ci ha lasciato moltissime opere, che per la loro particolarità, sono l’eredità della forte personalità di questa donna, visibile e molto apprezzata ancora oggi.

Frida Kahlo - natura morta con pappagallo (1951)
Frida Kahlo – natura morta con pappagallo (1951)

Autore dell'articolo: Fabio Nelli