Joan Miró - Il sorriso delle ali di fiamme (1953)

Joan Miró e gli estremi del surrealismo

Joan Miró aderì nel 1924 al movimento Surrealista, e con le sue numerose opere si meritò l’appellativo da parte dei suoi colleghi del “probabilmente è il più surrealista di noi tutti” (André Breton). Ancora oggi rimaniamo stupiti dalle sue opere, per la loro semplicità e allo stesso tempo complessità, creando quella forma unica ed irripetibile che ha fatto del suo stile una fonte di ispirazione per gli artisti a venire.

Max Ernst dal dadaismo al surrealismo – l’innovatore dell’arte moderna

Max Ernst fu uno dei pittori più famosi del XX secolo, grazie alle sue numerose innovazioni nel mondo dell’arte moderna. Nato a Brühl in Germania nel 1891, il suo talento si sviluppò sotto le influenze dell’espressionismo e del dadaismo, ma quando si trasferì a Parigi (1922),  si mostrò immediatamente come uno dei più eminenti rappresentanti dell’arte surrealista.

Frida Kahlo – la donna esistenziale nel surrealismo delle sue opere

Frida Kahlo, pittrice messicana, è stata una tra le più importanti artiste del XX secolo. All’età di 18 anni subì un grave incidente automobilistico che la costrinse a passare la vita distesa su un letto. Questo evento sconvolse la sua vita con forti impatti sul piano sia fisico che psicologico. Rinchiusa nella “prigione” del suo letto, Frida cominciò a dipingere, riportando in molti dei suoi dipinti molti elementi della sua tragica condizione.

Camille pissarro

Camille Pissarro – il protagonista dell’impressionismo

Tra i principali esponenti dell’espressionismo Camille Pissarro è forse quello che ha di più rappresentato la corrente dell’Impressionismo, seguendo tutte le sue fasi di sviluppo, dagli albori con le prime bozze di sviluppo dello stile al giorno della prima mostra ufficiale dell’Impressionismo, dalla diffusione ed il successo di questo stile alla sua evoluzione con il neo-impressionismo. Pittore molto prolifico, nonostante la perdita di molte sue opere, ancora oggi possiamo ammirare moltissimi suo quadri in cui si può osservare lo sviluppo graduale di uno degli stili pittorici più amati da tutti.

Giovanni Fattori

Giovanni Fattori

Il maggior esponente della pittura “a macchie”, ma forse anche di tutto l’Ottocento Italiano, Giovanni Fattori ha lasciato dietro di sé opere di una bellezza e di un livello indiscutibili. Grazie ai suoi soggetti rurali della campagna livornese, dei soldati e dei suoi splendidi ritratti ha reso immortali immagini di un periodo particolare: la nascita dell’Italia.

Edward Hopper - Nighthawks 1942

Edward Hopper

Edward Hopper è il pittore del Realismo americano, della prima metà del XX secolo. Le sue opere rispecchiano la quotidianità americana, gli interni, i locali, i paesaggi tutto raffigurato con uno splendido gioco di luci che rende questo realismo oggettivo.

Gustav Klimt

Gustav Klimt pittore di origini viennesi, fu uno dei più significativi artisti della Art Nouveau. Noto a noi tutti per il quadro il Bacio, ma soprattutto per quel suo stile unico, irripetibile, ricco di colori, espressione di un’epoca, quella a cavallo tra l’800 ed il ‘900.