Gustave Courbet - Il sonno (1866)

Gustave Courbet ed il realismo francese per abbattere le differenze sociali

In una calda giornata di inizio estate, il 10 giugno 1819, nasce ad Ornans, nella Borgogna, Gustave Courbet, un artista di eccezione, il cui nome è legato indissolubilmente al realismo francese, movimento di cui ne fu fondatore e guida. Le sue opere furono spesso ribelli, come lo era il suo carattere, ostentando spesso il suo particolare disaccordo alle differenze sociali della Francia dell’epoca, e dell’Europa in generale.

Eugene Delacroix - Ingresso dei crociati a Costantinopoli (1840)

Eugène Delacroix ed il suo Romanticismo francese

Dal punto di vista tecnico, lo stile di Delacroix si caratterizza per le sue espressive pennellate che giocano principalmente su effetti di colore rispetto che a definire i contorni netti e precisi tipici del neoclassico. Da questo prese poi ispirazione l’impressionismo che lo presero a modello durante lo sviluppo della loro tecnica. Per quanto riguarda invece i soggetti, sebbene non si scostò da raffigurazioni drammatiche e romantiche, introdusse nei suoi dipinti soggetti e tematiche esotiche, immaginari romantici di una realtà orientale.

Edward Robert Hughes - Night with her train of stars (1912)

Edward Robert Hughes dal preraffelismo apre le porte all’estetismo inglese

Tra i pittori del Preraffaellismo, un movimento artistico inglese della seconda metà dell’Ottocento, vi è Edward Robert Hughes. Nipote del famoso Arthur Hughes, fondatore della Confraternita dei Preraffaelliti, ne continuò lo stile, con le sue opere squisitamente estetiche e profondamente romantiche. Le sue opere, in particolare acquerelli, ebbero in discreto successo, prolungando tale movimento stilistico fino ai primi anni del Novecento.

Dante Gabriel Rossetti ed i Preraffaelliti

Dante Gabriel Rossetti e il movimento dei Preraffaelliti

Dante Gabriel Rossetti fu tra i principali fondatori del movimento artistico dei Preraffaelliti, sviluppatosi in Inghilterra nella seconda metà dell’Ottocento. Insieme ad altri artisti inglese, sulla scia del Romanticismo sviluppatosi nel resto d’Europa, proposero uno stile che si rifaceva principalmente all’arte medievale e rinascimentale, con i loro miti e leggende. In particolare Rossetti, si concentrò su personaggi femminili che impersonassero figure simboliche.

Edward Burne-Jones - Laus Veneris (1873–1875)

Edward Burne-Jones dai Preraffaelliti al movimento estetico

Edward Coley Burne-Jones (1833-1898) è un artista inglese appartenente al movimento preraffaellita, un’associazione di artisti ispirati da valori romantici che si ispirò fortemente alla pittura rinascimentale e medioevale. L’artista portò avanti questo stile fino a livelli tali che lo portarono al successo. Le tematiche trattate nei suoi quadri e la ricchezza e la precisione dei suoi soggetti si devono ai suoi lunghi studi ad Oxford. Inoltre la sua attività non si limitò ad opere pittoriche: in molte chiese di Londra ci sono vetrate colorate che sono state realizzate da lui.

Ernst Ludwig Kirchner - Bathers at Moritzburg (1909-26)

Ernst Ludwig Kirchner e le immagini dell’espressionismo tedesco

Ernst Ludwig Kirchner è uno dei pittori più interessanti del gruppo Die Brucke di Dresda, ed esponente principale dell’espressionismo tedesco. Il suo particolare stile pittorico è contraddistinto dal forte uso di colori, con contrasti e semplificazioni nei tratti dei soggetti raffigurati, che con l’evolversi raggiunsero via via tratti sempre più astratti, fino alla triste conclusione con il nazismo che classificò le sue opere come “arte degenerata”.

Antonio Donghi ed il Realismo Magico

Antonio Donghi ed il Realismo magico

al punto che molte delle sue opere hanno raggiunto in recenti aste con cifre da capogiro, Antonio Donghi è uno degli esponenti principali di quella corrente artistica definita il Realismo magico. Questa corrente artistica, principalmente italiana, si sviluppò nel ventennio compreso tra i due conflitti mondiali, e anche se oggi poco nota ai molti, vale la pena riprenderla in esame, grazie alle opere di questo artista.

Alfred Sisley - La barque pendant l'inondation, Port-Marly (1876)

Alfred Sisley, l’impressionista del paesaggio francese

Sebbene inglese, il pittore Alfred Sisley nacque, visse e morì in Francia. Considerato ormai un pittore francese, Sisley legò fortemente il suo nome alla pittura impressionista, essendo uno tra i primi fondatori di questa nuovo stile pittorico. Le opere di questo pittore si sono sempre concentrate sul paesaggio, in particolare quello della campagna della Francia settentrionale, lasciandoci in eredità uno splendido occhio sulle luci e sui colori delle atmosfere rurali di fine Ottocento.

James Ensor - L'intrigo (1890)

James Ensor, le maschere e gli scheletri, tra simbolismo ed espressionismo

Tra i pittori belga più rappresentativi di fine Ottocento, vi è James Ensor, che grazie alla sua lunga carriera artistica, ci ha lasciato moltissime opere, maturando dentro di sé una lenta evoluzione di stili. Partendo da elementi classici naturalistici fiamminghi con i loro colori tenui e scuri e fondendoli con le innovazioni dell’impressionismo ormai quasi giunto al suo termine espressivo, questo artista è passato attraverso il Simbolismo per maturare definitivamente nell’Espressionismo.

Tamara de Lempicka - Ragazza in verde (1927-1930)

Tamara de Lempicka, la diva dell’Art Déco

La pittrice polacca Tamara de Lempicka anche se inquadrata nello stile Art Déco, sviluppò il suo stile artistico in gran parte autonomamente e spesso fu il suo stile di vita “da diva” ad accompagnare il successo delle sue opere. Rimane però una delle figure femminili artistiche più importanti della prima metà del Novecento e le sue opere rispecchiano appieno il gusto di una nobiltà “borghese” che fece ponte tra le due grandi guerre.