Modena - Piazza Grande con il Duomo e la Torre Civica

Modena – Piazza Grande con il Duomo e la Ghiraldina

Il cuore ed il fulcro della città di Modena lo possiamo trovare in Piazza Grande dove ci sono i monumenti più importanti della città, il Duomo, la Ghiraldina ed il Palazzo Comunale. Nel 1997, questo complesso di strutture monumentali storiche sono state inserite nella lista UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Arengario di Monza

Arengario di Monza

Nel bel mezzo di piazza Roma a Monza sorge l’Arengario, un edificio medievale del XIII secolo costruito per svolgere le funzioni di Palazzo Comunale. Qui si proclamavano i decreti alla popolazione, qui ci si incontrava per affari e per eventi importanti. Oggi questo edificio è adibito a spazio espositivo, ma rimane ancora il cuore e lo spirito della città di Monza.

Lesina - borgo di pescatori di anguille

Il Lago di Lesina ed i pescatori di anguille

Poco prima del promontorio del Gargano, vi è il lago di Lesina, una laguna di acqua salmastra che si estende per ben 22 Km e che il mare Adriatico. Deve il suo nome a Lesina, un borgo di pescatori di anguille di cui questo lago ne è ricco. Nel periodo estivo, questo borgo è meta di moltissimi visitatori, affascinati soprattutto dalle bellezze della laguna: il riflesso delle sue acque basse e calme, i numerosi uccelli acquatici che si fermano qui per riposare durante le migrazioni, e le imbarcazioni di pescatori che si inoltrano lentamente al centro della laguna.

Peschici - negozietti lungo le vie del borgo

Peschici e le sue case bianche

Sulla penisola del Gargano, arroccato su un promontorio roccioso che si affaccia sul mare, sorge il borgo di Peschici. Fondato intorno all’anno Mille dai Dalmati e dagli Schiavoni, questo borgo fu una delle basi di queste popolazioni slave che contrastarono l’espansione saracena lungo il Mar Adriatico. Oggi questo piccolo centro è una meta turistica e balneare che attira ogni estate migliaia di turisti da tutto il mondo.

Larino - cattedrale di San Paolo rosone

Larino, un centro sulle colline del Molise, tra antica Roma e Medioevo

Tra le colline del Basso Molise vi è Larino, nota nel periodo romano come Larinum, un centro di antichissima origine che ebbe un ruolo importante in diversi periodi storici, dall’antica Roma al Medioevo. Oggi sono molte le testimonianze di questi periodi con uno splendido Anfiteatro Romano ed una chiesa romanica di immenso valore artistico e architettonico: la Cattedrale di San Pardo.

Vieste nel Gargano

Vieste

All’estremità orientale del promontorio del Gargano sorge Vieste. Questo centro si affaccia sul mar Adriatico e rappresenta il centro principale del Gargano. Di gusto tipicamente mediterraneo, con le sue case bianche asserragliate intorno a vicoli stretti e contorti, il centro medievale di Vieste è un luogo di grande fascino e ricco di atmosfere, che ogni anno attira migliaia di turisti da tutto il mondo.

Il quartiere Testaccio di Roma - il monte testaccio

Il quartiere Testaccio di Roma

Nato come nuovo porto fluviale dell’antica Roma, il quartiere Testaccio deve il suo nome ad un’altura formata da frammenti di anfore olearie accumulati nell’arco di secoli. Nel medioevo, la zona ricca di vigne e pascoli, era sede di riti religiosi che si completavano in una via crucis sull’altura del Testaccio. Divenne un quartiere solo dopo l’unità di Italia, quando lo sviluppo demografico spingeva la richiesta di alloggi nelle prime zone fuori dalle mura aureliane, al tempo limite della città. Oggi il Testaccio è un quartiere famoso per la sua romanità, con i suoi molti ristoranti e trattorie romane dove si può ancora gustare la cucina tradizionale romana.

Basilica di Collemaggio - L'Aquila

Basilica di Santa Maria di Collemaggio a L’Aquila

Leggermente al di fuori del centro storico di L’Aquila vi è la Basilica di Santa Maria di Collemaggio. Questo splendido monumento, uno dei simboli della città, è fortemente legato alla figura di Pietro da Morrone, cioè papa Celestino V. Sopravvissuta a numerosi terremoti, nonostante le sue moltissime ristrutturazioni, oggi ha riacquistato il suo antico fascino romanico seguendo i gusti del santo, che ne volle la costruzione e che qui giace ancora.