Lo stabilimento termale Tettuccio di Montecatini Terme 05

Lo stabilimento termale Tettuccio di Montecatini Terme

Lo stabilimento termale Tettuccio a Montecatini Terme è uno dei centri termali più affascinanti d’Italia proprio per la sua struttura neo classica, che con le sue colonne, vasche e numerose statue richiama molto le atmosfere termali dell’antica Roma. Oggi non è solo un centro termale famoso per le sue acque curative, ma anche un luogo di visita di numerosi turisti, che affascinati, passeggiano tra i vari edifici del complesso, e il bellissimo parco che lo circonda.

Roma Aventino - Veduta di Roma da Parco degli Aranci

Aventino, uno dei Sette Colli di Roma

L’Aventino, noto come uno dei sette colli su cui è stata fondata la città di Roma, è oggi un bellissimo quartiere del centro, in cui si possono visitare molti monumenti di interesse architettonico. Risalendo dal Circo Massimo si possono visitare i numerosi monumenti, come la chiesa paleocristiana di Santa Sabina, il bellissimo Parco degli Aranci, ricavato dall’antica fortezza Savelli e da cui è possibile ammirare il centro di Roma, il Gran Priorato dell’Ordine di Malta con il suo famoso buco della serratura da cui è possibile ammirare il cupolone, e a Maggio visitare il meraviglioso Roseto Comunale con le centinaia di varietà di rose in piena fioritura.

Fano - la Porta augustea sulla Flaminia

Fano, da Augusto ai Malatesta

L’antica Fanum Fortunae era già presente quando Giulio Cesare attraversò il Rubicone pronunciando la frase “alea iacta est”. Infatti si trattava di un centro abitato di origini italiche, che si era sviluppato, molto probabilmente, intorno ad un tempio della Fortuna. Fano però si potè considerare una vera e propria città durante il periodo dell’imperatore Augusto, divenendo la Colonia Julia Fanestris, con un’estensione urbana considerevole che comprendeva diverse strade (carde che decumani). Lo stesso Augusto dotò Fano di una cinta muraria dotata di un sistema di torrioni.

Nettuno - Borgo Medievale

Nettuno ed il Borgo Medievale

Lungo la costa laziale, a sud di Roma vi è Nettuno, un antico porto e borgo medievale legato alla figura del dio dei mari. Il suo centro storico è racchiuso all’interno di mura e torri che si affacciano sul mare erette durante il medioevo per difendersi dalle scorrerie. Le sue viette e piazzette sono piene di locali notturni dove trascorrere un’allegra serata circondato da edifici storici.

Parma - Piazza del Duomo

Parma, l’antica capitale del Ducato di Parma e Piacenza

Parma, città dell’Emilia, mostra fiera ancora oggi i suoi tratti di antica capitale del Ducato di Parma e Piacenza, che dal 1545 fino all’Unità d’Italia (1859) la contraddistinguevano come luogo di classe e di gusto per le arti e la cultura, non di meno quella gastronomica. Infatti a fianco della ricchezza artistica e monumentale, sono legati alla città prodotti come il Prosciutto di Parma ed il formaggio Parmigiano Reggiano, che l’hanno resa nota in tutto il mondo, facendole guadagnare nel 2015 il riconoscimento UNESCO di Città Creativa per la Gastronomia.

Palestrina - Santuario della Fortuna Primigenia

Palestrina ed il Santuario della Fortuna Primigenia

A pochi chilometri da Roma, percorrendo la via consolare Prenestina si giunge a Palestrina, una città non nota ai soliti giri turistici, ma che riserva alcune ricchezze storiche d’eccezione. L’antica Praeneste era infatti già un importantissimo centro in età preromana e a testimonianza di ciò, la città si sviluppa intorno ad un’antichissimo santuario già frequentato in epoca ellenistica, il Santuario della Fortuna Primigenia. Altri edifici storici di epoca medievale, tutti edificati su precedenti strutture romane, arricchiscono il suo centro storico, meritandosi certamente una passeggiata esplorativa lungo le sue caratteristiche vie.

Bolzano - Piazza Walther Von der Vogelweide

Il centro storico di Bolzano, l’immagine di una città sorta dal nulla nel XII secolo

L’origine di Bolzano risale alla fine del XII secolo d.C., quando si fondò nel territorio compreso tra i fiumi Isarco e Talvera, un piccolo borgo a scopi mercantili, su volere del vescovo tridentino. Il borgo consisteva in una stretta via su cui si ergevano in entrambe i lati degli edifici stretti ed alti con un portico al piano terra che affiancava tutta la strada e su cui si affacciavano le botteghe. Molte volte distrutto da incendi, di questo borgo ce se ne può fare un’idea percorrendo la via dei Portici (Laubengasse).

San Benedetto del Tronto - Torre dei Gualtieri

La Torre dei Gualtieri di San Benedetto del Tronto

Nel luogo più alto della città, sul colle del vecchio centro urbano, all’interno di quello che era il Castello di San Benedetto del Tronto, sorge la Torre dei Gualtieri, il cui impatto visivo ed ambientale è tale che non può passare inosservato. Questo monumento storico è infatti sia il simbolo che il punto di riferimento della Città. La Torre dei Gualtieri era la torre di comando dell’intero complesso fortificato del Castello di San Benedetto, che svolse il suo ruolo altamente strategico nei secoli XII e XIII.

Monselice - Ultima chiesa del Santuario Giubilare delle Sette Chiese

Monselice ed il Santuario Giubilare delle Sette Chiese

Monselice, un comune in provincia di Padova, è caratterizzato da una ricchezza di monumenti davvero notevole per le dimensioni del centro urbano. Castelli, ville, palazzi monumentali, antiche chiese arricchiscono il piccolo centro storico di questo antico borgo che sorge sulle pendici dei Colli Euganei. In particolare il Santuario Giubilare delle Sette Chiese, un complesso di piccole chiese distribuite nel punto più alto del paese da cui si ammira la vastità della pianura veneta.