Glendalough – la valle dei due laghi ed il monastero di San Kevin (Irlanda)

A pochi chilometri a sud di Dublino, vi è una valle incantata chiamata Glendalough, letteralmente “valle dei due laghi“. Ed infatti due bellissimi laghi azzurri si trovano circondati da bellissime e boscose colline dove è possibile passeggiare immersi nella natura. Inoltre lungo le sponde dei due laghi vi sono numerosissimi monumenti e rovine monastiche del periodo medievale, legate alla figura di San Kevin, un santo eremita che scelse questo luogo per meditare e creando poi un monastero.

Glendalough (irlanda)

Il Monastero di Glendalough

All’entrata della valle si può parcheggiare in un ampio spazio, dove vi sono alcuni alberghi e altre strutture ricettive come ristoranti e bar. Poi attraversando il piccolo fiume su di un ponte ci si trova all’entrata del monastero di Glendalough, il Gatehouse, che corrisponde all’entrata del parco stesso che racchiude l’intera vallata.

glendalough irlanda - gatehouse porta di ingresso originaria
Gatehouse – porta di ingresso originaria

Quello che rimane del Gatehouse non sono altro che due grosse arcate di pietra, ultimo esempio in Irlanda di un portale d’accesso ad una struttura monastica, come fu quella di Glendalough. Infatti tutti gli altri monumenti simili in Irlanda furono distrutti durante le lotte interne religiose e dalle invasioni inglesi.

glendalough irlanda - cimitero ì
Cimitero vicino al monastero

Una volta entrati all’interno ci si trova in un grosso cimitero, molto caratteristico con le sue bellissime croci celtiche ricavate dalla roccia. Qui si può tranquillamente passeggiare tra le vecchie tombe ricoperte di erba, molte di epoca remota, decorate con bellissimi intrecci e decorazioni celtiche.

glendalough irlanda - croci celtiche
Esempio di Croce Celtica scolpita con belle decorazioni

Oltrepassato il cimitero, spicca un’alta torre di pietra, la Round Tower. Questa struttura circolare è alta ben 35 metri e risale all’incirca al VIII – IX sec d.C. Fu realizzata totalmente in pietra di monaci come punto di avvistamento e di rifugio a difesa del monastero e di tutti i pellegrini che vi erano in visita. In quegli anni, infatti, erano abbastanza frequenti le incursioni dei Vichinghi, attirati dall’oro e dalle ricchezze presenti all’interno degli edifici sacri del monastero.  La copertura conica in cima non è quella originale ma fu ricostruita nel 1870 utilizzando molte delle pietre rinvenute al suo interno cadute a causa di un fulmine che ne distrusse la sommità.

glendalough irlanda - Round tower
La Round Tower

Vicino alla torre vi è l’edificio principale del monastero, la Cathedral (la cattedrale). Questa chiesa ormai oggi è completamente priva del tetto ed è stata completamente spogliata al suo interno di tutte le ricchezze. Rimangono solo le strutture in pietra originali e alcune tavole in pietra con iscrizioni varie. Questo edificio risale ai secoli X – XIII, periodo di massimo splendore del monastero.

glendalough irlanda - Cathedral St.Kevin
The Cathedral

Infine procedendo verso il primo dei due laghi, Lower Lake, vi è una piccola chiesa con un bel campanile, risalente al XI secolo ma in perfetto stato di conservazione: la Saint Kevin’s Kitchen. Questo strano nome dato dalla tradizione popolare (letteralmente la cucina di San Kevin) è dovuto alla particolare forma del campanile simile a quella di un camino di una cucina, risalente però ad un periodo più tardo.

glendalough irlanda - St. Kevin kitchen
St. Kevin kitchen

I laghi di Glendalough

Una volta discesi fino al St.Kevin’s Kitchen, si esce fuori dalla struttura principale del monastero e ci si ritrova sulle sponde del fiume. Risalendo il fiume dopo poche centinaia di metri si raggiunge il primo lago, il Lower Lake.

glendalough irlanda - Lower lake
Lower Lake di Glendalough

Da qui si prosegue attraverso un bellissimo e pittoresco sentiero alberato, che fiancheggia via via il lago. Oltre che osservare il lago durante la passeggiata, ci si ritrova completamente immersi nella natura boscosa con alberi secolari che assumono le forme più strane e svariate. Respirare aria buona, ascoltare il rumore degli uccelli ed il frusciare degli alberi, completamente immersi nel verde, sono queste le sensazioni che ci fanno comprendere la bellezza del luogo e del perché fu scelto come luogo di meditazione.

glendalough irlanda - passeggiata lungo i laghi
Passeggiata lungo i laghi

Continuando per il sentiero per circa 1 Km, oltrepassato dapprima il Lower Lake, e poi ancora il fiume ci si ritrova in uno slargo da cui si apre un bellissimo e vasto lago, ancora più selvaggio e affascinante: l’Upper Lake. Dalle sue sponde si dipartono numerosissimi sentieri che portano ad inoltrarsi ulteriormente nella valle risalendo le sponde del lago.

glendalough irlanda - Upper lake
Upper lake di Glendalough

Da qui ci si può inoltrare ulteriormente, soprattutto per i più appassionati. Esistono intorno al lago alcuni edifici, non molto gettonati dai turisti, ma che forse sono ancora più storicamente significativi e fortemente legati alla vita di San Kevin. Infatti sulle sponde dell’Upper Lake, si trovano le rovine della Reefert Church, parola inglese distorta del termine gaelico Righ Feartha, che significa letteralamente “luogo di sepoltura di re”. Si tratta quindi di una chiesa edificata su quello che era un luogo sacro di sepoltura risalente a periodi precedenti. Esistono inoltre altri due edifici, non facilmente raggiungibili: il Teampalina-Skellig, o “chiesa sulla roccia” e la Saint Kevin Church, che furono i primi edifici costruiti dal santo (VI sec d.C).

glendalough irlanda - numerosi sentieri lungo Upper Lake

San Kevin di Glendalough

Nonostante l’importanza religiosa e tradizionale che San Kevin riveste per la storia irlandese, le informazioni storiche certe sono davvero molto poche, di cui molte sono state arricchite da leggende nate dalla tradizione popolare nel corso dei secoli. Nato nel 498 e di discendenza nobile, Kevin (vero nome in irlandese antico Cóemgen) sembrerebbe appartenere alla famiglia reale dei Leinester.

Lasciata la sua esistenza agiata, decise di vivere isolamento, trascorrendo gran parte della sua vita in meditazione ed in preghiera. La tradizione vuole che questo personaggio mistico sia vissuto per ben 120 anni, ponendo la sua data di morte intorno al 618 d.C..

glendalough irlanda - Miniatura San Kevin
Miniatura raffigurante San Kevin MS Royal 13 B VIII, Gerald’s Topographia, England, c.1196-c.1223. British Library (fonte)

Come luogo di isolamento scelse la zona di Glendalough, un luogo perfetto dove meditare e trascorrere in tranquillità le giornate immerso nella natura. Qui trascorse un lungo periodo come eremita in una caverna sopra l’Upper Lake, il Saint Kevin’s Bed, una cavità ricavata scavando nella collina durante l’età del Bronzo ed utilizzata originariamente come tomba.

La sua notorietà come uomo santo crebbe e cominciarono ad aggiungersi alcuni seguaci da tutta l’Irlanda. Allora nacque così un monastero, la Saint Kevin Church, di cui oggi rimangono solo delle rovine. Nonostante l’avvio del monastero come abate, San Kevin non abbandonò mai la sua vita da eremita.

glendalough irlanda - Miniatura di San Kevin

Sono moltissime le leggende che nel corso dei secoli si narrano sul suo conto. Una tra queste vuole che, tanto era l’attitudine alla meditazione del santo, che rimanendo immobile per giorni nella stessa posizione, una merla andasse a deporre un uovo tra le sue mani tese verso il cielo a modo di nido. San Kevin rimase immobile in quella posizione finchè l’uovo non si schiuse.

Altre storie descrivono il santo come misogino e misantropo, sono infatti diverse le donne che tentarono di sedurlo e che finirono gettate o nel lago, o nelle ortiche. Mentre altre lo vedono in grado di comunicare in qualche modo con gli animali selvatici. Come per esempio quella di una lontra che era solita portare del pesce fresco per sfamare sia San Kevin durante le sue preghiere che i monaci durante i periodi di carestia.

Autore dell'articolo: Fabio Nelli