Évora - tempio romano di Diana

Évora, il tempio romano, la cattedrale medievale e la Praça do Giraldo

Tra le città del Portogallo che si distinguono per la loro ricchezza storica e monumentale vi è Évora. Famosa per il suo tempio romano, offre ai suoi visitatori altri bellissimi monumenti, come la cattedrale medievale, l’università e la bellissima Praça do Giraldo, la piazza centrale. Così ricca e bella da diventare Patrimonio UNESCO. Una città certamente da visitare, passeggiando tra le strette vie del centro storico.

Coimbra - Paço das Escolas Università

Coimbra, la prima capitale del Portogallo

Coimbra fu la città natale di ben sei diversi re del Portogallo ed è attualmente la sede della più antica università del paese. E’ chiaro quindi che questa città raccoglie a pieno lo spirito dei portoghesi. Non a caso nel 1139 re Alfonso Henriques, primo re del Portogallo la scelse come capitale del Portogallo fino al 1256.

Tarquinia - Chiesa di Santa Maria del Castello

Corneto, la Tarquinia medievale

La città di Tarquinia che tutti oggi noi conosciamo non è quella etrusca, ma ha origini medievali. Infatti dopo la caduta dell’Impero Romano, le continue scorrerie lungo la costa, l’abbandono e lo spopolamento dei campi con il conseguente ritorno della malaria, portarono la popolazione locale a rifugiarsi in luoghi più sicuri e difendibili.

Pablo Picasso ed il cubismo

Pablo Picasso ed il suo cubismo aprono le porte all’arte contemporanea

Tra i pittori di arte moderna, quello che ha dominato le scene artistiche per oltre metà del XX secolo fu Pablo Picasso. Artista geniale, di grande forza e carisma, aprì le porte all’arte contemporanea, rompendo definitivamente i legami che aveva la pittura con il mondo precedente. Le sue opere trasmettono forza e onestà rappresentativa, liberandosi di qualsiasi forma radicata nel passato, ma mai sfociando nell’astratto.

Giuseppe De Nittis tra realismo, macchiaioli e impressionismo

Giuseppe De Nittis, tra realismo, macchiaioli ed impressionismo

Tra gli artisti italiani che frequentarono il circolo dei macchiaioli, anche se non ben inquadrabile in questo stile, quello che ha ottenuto più successo a livello internazionale è certamente Giuseppe De Nittis, specialmente a Parigi, dove proprio in quegli anni stava fiorendo l’impressionismo. Un artista che non si identificò mai appieno con il realismo, i macchiaioli o l’impressionismo, bensì ne incorporò i caratteri creando uno stile pressoché unico.

Piacenza - Palazzo gotico

Piacenza ed i suoi monumenti, tra i Farnese e la Lega Lombarda

Nata come colonia romana, lungo la via Emilia, vi è la città di Piacenza. Anche se trascurata dai percorsi turistici che coinvolgono le altre città dell’Emilia, come la vicina Parma, Piacenza conserva nel suo centro storico monumenti interessantissimi, in parte legati alla famiglia Farnese, che governò questa città nel XVI secolo, ed in parte ai numerosi eventi storici importantissimi come l’incontro tra Federico Barbarossa ed i rappresentanti della Lega Lombarda. Una città da gustare con calma e scoprila piano piano.

Spoleto

Visitando Spoleto, da colonia romana a ducato

Partendo da Roma lungo la via Flaminia, si raggiunge Spoleto. Dapprima colonia romana, poi capitale dell’importante Ducato, ha superato i secoli accumulando ricchezze storiche e monumenti. Questa città è ricchissima di monumenti ed è certamente uno dei centri storici più belli dell’Umbria e merita certamente una visita appassionata.