Max Kurzweil ed il Secessionismo Viennese

Max Kurzweil fu un pittore austriaco che insieme a Gustam Klimt, rivoluzionarono l’arte pittorica della fine dell’Ottocento, rientrando a far parte di quel gruppo di artisti che in Austria si proclamarono movimento secessionista viennese, ma noto in tutto il mondo come Art Nouveau. Nellee sue opere si riconoscono elementi di diversi stili pittorici, tra cui anche l’impressionismo, simbolismo, ed espressionismo.

Ettore Tito - La maestrina e i suoi alunni

Ettore Tito e le due facce dell’artista: l’accademico di successo ed il realista spontaneo della Venezia popolare

Tra gli artisti considerati accademici, della seconda metà dell’Ottocento, vi è Ettore Tito, riconosciuto all’epoca per le sue opere realistiche di temi religiosi e mitologici, viene oggi riscoperto per la grandissima quantità di opere pittoriche che raffigurano la vita quotidiana e popolare della Venezia dell’epoca. Il suo stile qui cambia, diventa spontaneo, libero, con la capacità di fotografare la vivacità delle persone con grande realismo. Moltissime le opere che si stanno recuperando al grande pubblico per un artista completamente da riscoprire.

Antica Delfi - Il santuario di Apollo e la via sacra

L’antica Delfi e l’oracolo millenario

Nella zona centrale della Grecia vi è un sito archeologico molto importante: l’antica Delfi. Questo fu un luogo sacro dedicato al dio Apollo e meta di pellegrinaggi da tutta la Grecia antica. Re, condottieri, guerrieri, e semplici cittadini accorrevano dalle molte città-stato della Grecia in cerca di risposte ai loro quesiti, consultando l’oracolo di Delfi. Questo importante centro, come le Olimpiadi, rappresentava una delle occasioni di comunione che accomunava tutti i greci in una singola etnia, anche se sempre in guerra tra di loro.

Acropoli di Atene ed il Partenone

Acropoli di Atene ed il Partenone

A dominare Atene, sia dal punto di vista culturale che geografico è l’Acropoli. Su questa altura sorge uno dei simboli più importanti della civiltà dell’antica Grecia, il Partenone che a gran fatica è riuscito a giungere fino ai giorni nostri, come testimonianza di quella antica società a cui noi tutti dobbiamo moltissimo. Su questa altura sono sopravvissute a mille saccheggi, distruzioni, almeno parzialmente alcune delle più belle opere della cultura ateniese, che ci permettono di poter ricostruire in parte l’architettura e la ricchezza dell’Atene di quei tempi.

Umberto Boccioni - Stati d'animo II gli addi (1911)

Umberto Boccioni ed il futurismo

Dell’arte del XX secolo, possiamo andare fieri del futurismo, corrente d’avanguardia tutta italiana che fortemente influenzò la pittura, apportando nuovi concetti e prospettive. Tra i maggiori esponenti vi è il pittore Umberto Boccioni, che con le sue opere definì in grandi linee lo stile futurista nella pittura, partendo dalle sue basi cubiste, e apportando dinamica alle sue forme e rappresentazioni.

Palácio da Pena a Sintra

Palácio da Pena di Sintra, il sogno romantico del principe consorte

Nel punto più altro della Serra de Sintra a pochi chilometri da Lisbona, si trova il Palácio da Pena, uno degli edifici più eclettici al mondo, realizzato con molteplici stili mescolati in un sublime equilibrio. Palazzo di residenza reale, è oggi una meta di moltissimi turisti provenienti dalla vicina capitale, passando una giornata in questa villa castello totalmente immersa nel verde della campagna circostante.

Cromlech di Almendres

I Cromlech di Almendres in Portogallo

In molti paesi d’Europa, ma in particolar modo lungo le sponde dell’Atlantico, sono rimaste tracce di antiche civiltà oggi scomparse, i famosi dolmen. Anche in Portogallo vi sono alcuni siti archeologici composti da queste colossali pietre disposte in modo tale da corrispondere a particolari allineamenti astronomici. Il sito di dolmen più importante è quello vicino a Évora, i Cromlech di Almendres.

Francesco Paolo Michetti - Pastorelli con tacchini

Francesco Paolo Michetti e le sue istantanee d’Abruzzo

Tra gli allievi di Morelli a continuare la tradizione dell’arte accademica napoletana vi è Francesco Paolo Michetti, che forse tra questi è quello ad aver ottenuto maggior successo, anche internazionale. Artista dotato di un talento innato, riuscì a “fotografare” nelle sue pitture le immagini rurale della sua regione d’origine: l’Abruzzo.

Domenico Morelli - Le tentazioni di Sant'Antonio (1878)

Domenico Morelli e l’Accademia d’Arte napoletana

Domenico Morelli, dapprima pittore e poi politico del neo nato Regno d’Italia, è uno dei maggiori esponenti dell’arte accademica napoletana. Le sue opere rispecchiano il massimo apice dell’accademismo e del romanticismo dell’Ottocento, eseguite con grande maestria ed accuratezza nelle descrizioni pittoriche, giusto poco prima della nascita delle nuove correnti d’avanguardia che sconvolsero enormemente lo stile classico della pittura.